Cuore inquieto

Cuore inquieto

Agosto 1944. Corrado, un tredicenne narcolettico che vive in uno sperduto paese delle Alpi Apuane, sfugge per caso alla strage nazista di Sant’Anna di Stazzema che annienta l’intera comunità. Si rifugia alla Colonia, che si rivela essere un ospedale psichiatrico militare abbandonato dopo l’armistizio dell’otto settembre. Qui i malati rimasti si sono riorganizzati per sopravvivere, fondando una comunità autonoma e autosufficiente che ha proclamato proprie regole improntate all’uguaglianza e al rispetto reciproco. Col passare dei giorni e con l’arrivo di Angelina, una ragazza scampata alla strage, Corrado si renderà conto che la Colonia non è il castello incantato delle favole ma un luogo pericoloso e ambiguo come alcuni dei suoi occupanti.

 

Il segreto è tutto nel riuscire a mantenere un ritmo.
Uno. Due. Tre. Respiro.
Uno. Due. Tre. Soffio.
Uno. Due. Tre. Respiro.
Uno. Due. Tre. Soffio.
Corro.
Non mi prenderanno.
Mai.

 

Leggi le recensioni su Amazon...»

amazon_cuore.jpg

Dello stesso autore...

Galleria immagini

Calendario eventi

Altre notizie