Il pellegrino e altre storie senza lieto fine

Il pellegrino e altre storie senza lieto fine

Ascoltate il mio latrato afflitto,
repertorio di mesto letterato,
ascoltate il tonfo nella cesta
del cranio mozzato, ascoltate
sotto la forca il te deum
dei vescovi a benedir la scure.

 

Questa è la mia parola:
quotidiano squartamento,
pregna cavalla cieca
e vuoto latino della festa
mentre all’innocente
tagliano la testa.