Novelle di Nessuno

Novelle di Nessuno

Nouvelles de Personne

Venticinque ritratti, maschili e femminili, corti, rapidi, incisivi. Venticinque voci, la maggior parte delle quali dice “Io” e vi conduce attraverso situazioni di vita, dolorose, spesso divertenti, al confine con la normalità, con il nulla, con l’attesa. L’autrice sembra conoscere la natura umana, fin nei suoi angoli più bui, più mutevoli, e si eleva verso una critica implacabile della società. D’altronde è un’ottima scrittrice e l’essenzialità delle sue frasi è sorprendente.

 

Vingt-cinq portraits, masculins et féminins, courts, rapides, incisifs. Vingt-cinq voix qui pour la plupart disent «Je» et vous entraînent dans des situations de vie, douloureuses, cocasses le plus souvent, à la frontière de la normalité, du rien, de l’attente. L’autrice semble bien connaître la nature humaine, jusque dans ses retranchements les plus obscurs, les plus fantasques, et se livre ici à une critique implacable de la société. Elle a du reste une belle plume et la concision de ses phrases est étonnante.

Marie-Luce Dayer

 

 

 

Si danno notizie del mondo così com’è, così come va, il luogo ideale dove scoprire, ascoltare, ricevere la presa umana della voce.
I venticinque ritratti alternano voci femminili, più rare, e voci maschili, che vanno dalla violenza alla rassegnazione, dalla follia alla ragione.
Ritratti brevi, dove il dramma e il pathos vengono trascritti dall’orale nello scritto, dove il minimalismo mette in discussione la vita fin dalla sua fonte.

Dello stesso autore...