Ognibene e le tracce del mulo

Ognibene e le tracce del mulo

Un gruppo di silenziosi vecchietti albanesi, un giornalista anarchico, un medico antifascista, un maestro di larghe vedute, due fratelli irascibili, la guerra di Grecia alle porte, una torre misteriosa, un orto, una croce, le tracce di un mulo, una vacca da mungere, due storie d'amore, secchi di latte, fiumi di “raki”, e ancora un “bajraktar” beffardo, un “giakës” introvabile, una “kulla” trasformata in caserma. Questi gli ingredienti dell'indagine che dovranno affrontare tre carabinieri distaccati in un villaggio sulle montagne dell'Albania, durante l'occupazione nel 1940. Un giallo storico ambientato nelle terribili montagne del “Paese delle Aquile”, dove vige il secolare Codice Consuetudinario: il “Kanun”.

Rassegna stampa

  • 08 aprile 2012
    "Ognibene e le tracce del Mulo" su AlbaniaNews
    Articolo di Antonio Caiazza, giornalista Rai, su Ognibene e le Tracce del Mulo. AlbaniaNews,   Tre carabinieri; alcuni vecchietti che puntualmente al tramonto si presentano a cena in caserma; una caserma che in realtà è una vecchia torre, una kulla. Ed un delitto...
    Continua a leggere...