Rassegna stampa su Valeria Ferraro

  • 19 dicembre 2012

    Valeria Ferraro: La poesia al tempo degli androidi

    A pronunciare questi versi é il “corpo dilaniato di un androide dell’ultima generazione – siamo nell’anno 2997 – i cui “circuiti ancora funzionanti (…) contenevano testi scritti in una lingua morta, l’italiano, preceduti da una parola isolata, “wasurenamu”, che in giapponese significa “voglio dimenticare”. Testi...